ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Spagna vuol crescere in Eads

Lettura in corso:

La Spagna vuol crescere in Eads

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna vuole crescere nell’azionariato di Eads. L’obiettivo di Madrid resta quello di mantenere i 3000 dipendenti del gruppo aereonautico europeo nel paese iberico dopo la messa in opera del piano di ristrutturazione aziendale. Una presa di posizione che segue quella del governo tedesco che ha chiesto un’equa ripartizione nei tagli al personale di Eads.

Secondo questo rappresentante sindcale spagnolo il problema non è solo industriale, ma anche politico dovuto al fatto che i tre governi hanno una partecipazione nel capitale di Eads. Attualmente gli azionisti francesi e tedeschi detengono la stessa quota del capitale di Eads il 22,5%, mentrte gli spagnoli della Sepi si devono accontentare di poco piu del 5% una quota destinata a raddoppiare: questo sarebbe il desiderio del governo spagnolo.

Un altro problema dunque per il neo presidente di Airbus Louis Gallois che è impegnato a fare il giro dei siti produttivi. L’obiettivo principale di Gallois resta quello di fare accettare il rigoroso piano di riduzione del personale. Un progetto che dovrebbe riguardare complessivamente circa diecimila lavoratori. I ritardi nella consegna del superjumbo A 3890 si stanno rivelando un vero e proprio inferno per Airbus