ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazioni per la libertà a Mosca dopo l'assassinio della giornalista Anna Politkovskaya

Lettura in corso:

Manifestazioni per la libertà a Mosca dopo l'assassinio della giornalista Anna Politkovskaya

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale lancia un grido d’allarme sulla liberta di espressione in Russia dopo l’assassinio della giornalista Anna Politkovskaya. Mentre a Mosca sulla piazza Puskin una manifestazione a sostegno della Georgia si è trasformata in un omaggio alla cronista famosa per le sue critiche al Cremlino.

Per il suo quindicinale Novaya Gazeta la Politkovskaia stava preparando un articolo sulla tortura in Cecenia che sarebbe dovuto uscire sul numero di lunedì accompagnato da foto che documentavano questa pratica.

“In questo Paese si è creata un’atmosfera di odio verso i giornalisti – spiega Oleg Panfilov un collega della cronista uccisa – e in particolare verso giornalisti onesti come Andrei Babitski, che si occupa di Cecenia, e come Anna Politkovskaya. E anche se il governo prova a giustificarsi non credo che il presidente Putin dirà qualcosa su quest’omicidio”.

La procura di Mosca ha diffuso queste immagini di una telecamera di sorveglianza nell’ingresso dell’edificio dove abitava la Politkovskaya. Un uomo, definito sospetto, entra poco dopo la giornalista e subito riesce allontandosi rapidamente.

Oggi il portone del palazzo è diventato un luogo di pellegrinaggio per chi come questa signora apprezzava lo spirito critico della reporter.

“L’ascoltavo alla radio. Io ascolto solitamente Radio Free Europe e Radio Echo Mosca. Due giorni fa era in onda e ho pregato perché Dio la protegesse. Tutto ciò è molto doloroso”.

La Politkovskaya ha ricevuto premi internazionali ma i suoi articoli le sono valsi anche un arresto e alcune minacce.

Nel sanguinoso conflitto ceceno la giornalista ha fatto anche da mediatrice nella crisi degli ostaggi al teatro Dubrovka di Mosca.

Due anni dopo, tentò di raggiungere anche la scuola di Beslan, ma finì all’ospedale intossicata da un tè bevuto in aereo.