ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste in Corea del sud dopo l'annuncio di Pyongyang di voler procedere a un test nucleare

Lettura in corso:

Proteste in Corea del sud dopo l'annuncio di Pyongyang di voler procedere a un test nucleare

Dimensioni di testo Aa Aa

Manifestazioni contro la Corea del nord si sono svolte a Seul, dopo l’annuncio ieri, da parte del regime di Pyongyang, di voler procedere a un test nucleare. Il governo della Corea del sud ha fatto sapere che intende rispondere con sangue freddo, ma anche con fermezza. Il presidente Roh Moo-hyun ha convocato il gabinetto di crisi. A Seul sono convinti che la Corea del nord metterà in atto davvero la propria minaccia se falliranno i negoziati a 6 aperti, oltre alle due Coree, al Giappone, alla Cina, agli Stati Uniti e alla Russia. Pyongyang non vi partecipa più da circa un anno.

Il consigliere presidenziale sudcoreano per la sicurezza song Min-Soon: “Forse il loro obiettivo è rilanciare la trattativa, ma possono anche avere l’intenzione di condurre davvero il test. Il governo sta valutando entrambe le eventualità”.

La Corea del nord si era dichiarata potenza nucleare nel febbraio del 2005, senza tuttavia fare esperimenti atomici, che una moratoria internazionale bandisce. Oggi, l’obiettivo dichiarato è quello di rafforzare il proprio arsenale militare di fronte – è la spiegazione ufficiale – alla crescente minaccia da parte degli Stati Uniti.