ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ira, il rapporto della Commissione indipendente apre la porta a soluzione definitiva del conflitto

Lettura in corso:

Ira, il rapporto della Commissione indipendente apre la porta a soluzione definitiva del conflitto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ira è cambiata radicalmente. Non intende più ricorrere alla violenza. Non ha più la capacità di sostenere una campagna militare. Questo l’esito dei lavori della Commissione indipendente, formata da quattro esperti internazionali, incaricata di monitorare le attività dell’Esercito Repubblicano Irlandese, che nel luglio dell’anno scorso aveva annunciato di voler rinunciare alla lotta armata.

In base al rapporto presentato dalla Commissione, l’Ira ha cessato tutte le attività criminali per intraprendere, in modo irreversibile, la via politica. La pubblicazione del rapporto è di buon auspicio per l’incontro della prossima settimana tra il premier britannico Tony Blair e il primo ministro irlandese Bertie Ahern. Incontro previsto prima che scada l’ultimatum per il ripristino del governo semi-autonomo di Belfast.

Le conclusioni della Commissione sono la base per una risoluzione definitiva del conflitto in Irlanda del Nord, che negli ultimi 30 anni ha fatto più di 3.600 morti. “Anche se restano ancora da risolvere le questioni politiche, si è aperta la porta per una regolazione finale ed è per questo che i colloqui della prossima settimana sono così importanti”, ha dichiarato Blair.
I governi britannico e irlandese hanno fatto sapere che gli Unionisti non hanno più motivo per rifiutarsi di condividere il potere con il Sinn Fein, il partito politico legato all’Ira. Cattolici e protestanti devono trovare un accordo entro il 24 novembre. Altrimenti, il Parlamento dell’Ulster sarà chiuso e Belfast governata da Londra con la partecipazione di Dublino.