ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rivoluzione in Airbus: un piano in otto punti

Lettura in corso:

Rivoluzione in Airbus: un piano in otto punti

Dimensioni di testo Aa Aa

Martedí è la giornata chiave per conoscere il futuro di Airbus. Si riunisce il consiglio di amministrazione di Eads, casa madre del consorzio aeronautico europeo, per definire gli ultimi dettagli del nuovo piano di riassetto del gruppo deciso dall’amministratore delegato, Christian Streiff.

Secondo alcune indiscrezioni il calendario di consegna del nuovo A380 subirà ulteriori ritardi. Nel 2007 saranno messi a disposizione solo 4 apparecchi, 15 nel 2008 e 25 a partire dal 2009.

Streiff sembra intenzionato ad approfittare dei ritardi per dar vita a una riorganizzazione complessiva di Airbus. Il piano, in otto punti, prevederebbe di incrementare la specializzazione dei siti di assemblaggio e di ricorrere con maggior frequenza a partner esterni. L’obiettivo è quello di ridurre del 40% i tempi necessari per lo sviluppo dei nuovi apparecchi. Il piano di ristrutturazione non sarà privo di costi sociali: Airbus potrebbe vendere da un minimo di 7 a un massimo di 17 stabilimenti.