ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione in Georgia: la Russia si appella all'Onu

Lettura in corso:

Tensione in Georgia: la Russia si appella all'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia chiede una riunone d’urgenza del consiglio di sicurezza dell’Onu per la situazione in Georgia. Da mercoledì la polizia georgiana circonda il quartier generale delle forze armate a Tbilisi in attesa che gli venga consegnato un ufficiale sospettato di spionaggio militare.

Il Cremlino ha intanto richiamato a Mosca il suo ambasciatore in Georgia e ha ordinato l’evacuazione di una parte del personale diplomatico. Ma per il presidente georgiano Mikhail Saakashvili i russi non hanno niente da temere: “Osserveremo tutte le procedure legali e i diritti di ognuno saranno tutelati. Non capisco tutta questa isteria sull’evacuazione dei russi e delle loro famiglie. Non c‘è nessun pericolo per le famiglie dei militari russi in Georgia”.

Secondo il governo georgiano i presunti 007 di Mosca avrebbero raccolto per anni informazioni sugli armamenti della Georgia e sulle attività della Nato. Gli agenti russi arrestati sarebbero cinque. “Tutto questo è fatto per scacciare la nostra forza di pace in Abkhazia – ha affermato il ministro russo della difesa Ivanov -. Li vogliono mettere fuorilegge violando tutti gli accordi presi in precedenza”.

Contesa tra Mosca e Tbilisi la provincia georgiana dell’Abkhazia è di fatto indipendente dal 1994. Da quel momento è presente nell’aera una forza di pace composta quasi esclusivamente da russi.