ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: Jospin rinuncia alla corsa all'Eliseo

Lettura in corso:

Francia: Jospin rinuncia alla corsa all'Eliseo

Dimensioni di testo Aa Aa

Lionel Jospin rinuncia: l’ex premier non tenterà la corsa all’Eliseo. Non si presenterà dunque alle primarie del partito socialista francese a novembre. Jospin era uscito di scena dopo l’umiliante sconfitta al primo turno nelle presidenziali del 2002, quando il leader di estrema destra Le Pen era arrivato al ballottaggio contro il conservatore Chirac.

“Se non posso riunire – ha spiegato Jospin – non voglio neppure dividere o frammentare la formazione politica alla quale appartengo, che ho portato alla vittoria nel ’97. La mia è una scelta responsabile”. L’ex premier, che ha perso anche le presidenziali del ’95, ha detto che non appoggerà alle primarie, la favorita dei sondaggi, Segolene Royal.

Come altri vecchi del partito, la accusa di demagogia. In una visita nel suo paese natale, il Senegal, la Royal si è mostrata comunque determinata a tentare le primarie. Unica donna in lizza, si è allontanata dalla linea del partito pronunciandosi per un pugno di ferro contro la criminalità giovanile e mettendo in discussione la settimana lavorativa di 35 ore.

Il suo compagno nella vita, e leader dei socialisti, François Hollande per ora non si è esposto ufficialmente, ma anche lui potrebbe tentare le primarie. Pronto a concorrere, invece l’ex premier Laurent Fabius, che divise il partito l’anno scorso dicendo no alla Costituzione europea e che ora promette un aumento del salario minimo. Altrettanto decisi a presentarsi alle primarie, ma con poche chances secondo i sondaggi, l’ex ministro delle finanze Dominique Strauss Kahn e l’ex ministro della cultura Jack Lang.