ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tpi: 27 anni per Krajisnik, braccio destro di Karadzic

Lettura in corso:

Tpi: 27 anni per Krajisnik, braccio destro di Karadzic

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia ha condannato Momcilo Krajisnik a 27 anni di prigione per crimini contro l’umanità, ma lo ha assolto dell’accusa di genocidio. Il sessantunenne Krajisnik, ex alto responsabile politico dei serbi di Bosnia, è stato condannato per aver partecipato a crimini che vanno dall’assassinio, alle deportazioni, alle persecuzioni.

Ma secondo i giudici dell’Aja non aveva l’intenzione necessaria ad essere giudicato colpevole di genocidio o di complicitá nel genocidio. Accusato di aver avuto un ruolo centrale nella pulizia etnica durante la guerra di Bosnia tra il ’92 e il ’95, in cui morirono oltre 200 mila persone, era il braccio destro di Radovan Karadzic, il ricercato numero uno del tribunale dell’Aja. Membro della presidenza della Bosnia Erzegovina dal ’96 al ’98, Karjisnik è stato arrestato dalle forze Nato nei pressi di Sarayevo nel 2000. All’apertura del processo nel 2004, si era dichiarato innocente per tutte le imputazioni.