ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il premier Gyurcsany chiede scusa

Lettura in corso:

Il premier Gyurcsany chiede scusa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro ungherese Ferenc Gyurcsany ha presentato oggi pubbliche scuse per aver mentito sul suo programma di rigore economico e ha sottolineato l’impegno a realizzare il programma stesso. Il premier aveva già riconosciuto, il 18 settembre scorso, l’autenticità di una registrazione audio, carpita durante una riunione di partito, che rivelava le bugie del governo circa i risultati della politica economica e il programma di risanamento dell’economia. Da allora, a Budapest si sono scatenate proteste di piazza, per chiedere le dimissioni del primo ministro socialista, in carica da due anni.

L’opposizione conservatrice, in particolare il partito Fidesz dell’ex premier Viktor Orban, sostiene la protesta, puntando a un cambio di esecutivo. Le manifestazioni si sono susseguite in piazza Kossuth, teatro della rivolta del 1956 e sono culminate, nella notte tra sabato e domenica, in un raduno di oltre 20 mila persone. Non sono mancati anche gli scontri con la polizia.
Martedì, la Commissione europea ha invitato Budapest ad applicare con rigore il piano di austerità per ridurre il deficit pubblico: una decisione percepita come un incoraggiamento per il governo ungherese.