ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rumeni e bulgari si preparano ad entrare in Europa

Lettura in corso:

Rumeni e bulgari si preparano ad entrare in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Speranze e timori tra i cittadini bulgari e rumeni, che si preparano a diventare cittadini europei. Alcuni credono che l’adesione significhi nuove opportunità di lavoro, anche i paesi che hanno aperto le loro frontiere ai nuovi membri nel 2004 – Gran Bretagna, Svezia e Irlanda – potrebbero agire diversamente ora.

Alcune testimonianze, nelle strade di Sofia: “Andrò a lavorare in altri paesi, se è possibile, in Gran Bretagna, Irlanda o in Scandinavia”.
“Dobbiamo entrare ora in Europa, in ogni caso non penso che saremo mai veramente pronti. Ma abbiamo bisogno di essere spinti un po’ in avanti”.

L’economia di entrambi i paesi è nettamente al di sotto della media europa. L’ingresso in Europa dovrebbe significare sviluppo, ma i cittadini di Bucarest temono per le conseguenze che questo cambiamento avrà sulle loro vite:
“E’ una buona notizia, non c‘è dubbio. Se ne è discusso molto negli ultimi tempi e la realizzazioe di questo progetto non può essere negativa. Spero che non sarà troppo duro per la maggior parte della popolazione, perchè il prezzo del cibo e dei servizi aumenterà”.

“Saremo per la prima volta realmente europei. Già dalle lezioni di storia a scuola ci siamo abituati a vederci come una parte diversa dell’Europa. Ora entriamo in una nuova famiglia”.

Una famiglia da oggi allargata a 27.