ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera: referendum su immigrazione e diritto d'asilo

Lettura in corso:

Svizzera: referendum su immigrazione e diritto d'asilo

Dimensioni di testo Aa Aa

Serie di referendum in Svizzera. Tra questi, 2 chiedono di approvare una legislazione più severa in materia d’immigrazione e diritto d’asilo. Le nuove regole sono già state approvate dal parlamento e dal governo di Berna, ma alcuni attivisti dei diritti umani hanno raccolto abbastanza firme per indire una consultazione popolare sugli argomenti. Nonostante questa mossa, i sondaggi prevedono una facile vittoria dei sì.

In prima fila a difendere le restrizioni c‘è il ministro della Giustizia e della Polizia Christoph Blocher. “Non dobbiamo dimenticare che oggi circa il 75-80% dei richiedenti asilo non rivelano la propria identità, non mostrano documenti e tutto questo provoca procedure molto lunghe”.

Tra le nuove misure c‘è la richiesta che tutti i rifugiati, anche i perseguitati politici, debbano presentare un passaporto entro 48 ore. Contraria la socialdemocratica Ruth Dreyfuss.” La legge che vuole restringere il diritto d’asilo è pericolosa perché potrebbe non garantire la dovuta attenzione a tutte le domande. In questo modo potrebbero essere respinte molte persone in fuga da situazioni crudeli”

Nel 2005 la Svizzera ha ricevuto poco più di 10mila domande d’asilo, il numero più basso negli ultimi 20 anni. Un altro referendum chiede di approvare una legge sull’immigrazione selettiva. Questa permetterebbe di cercare un impiego in Svizzera solo a certe categorie di lavoratori extraeuropei. Porte apertequindi solo a persone altamente qualificate.