ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordo su Guantanamo: restano le prigioni della Cia

Lettura in corso:

Accordo su Guantanamo: restano le prigioni della Cia

Dimensioni di testo Aa Aa

Guantanamo non chiuderà. Il presidente americano George W. Bush ha trovato un accordo con i senatori repubblicani ribelli per sbloccare il braccio di ferro sul tema delle torture e del rispetto delle Convenzioni di Ginevra. Il progetto di legge fissa nuove regole per gli interrogatori e i processi dei prigionieri stranieri sospettati di terrorismo. “Sono contento di poter dire che questo accordo mantiene in vita lo strumento più efficace che abbiamo per proteggere l’America e prevenire gli attacchi terroristici: si tratta del programma della CIA per catturare i terroristi più pericolosi e interrogarli per carpirne i segreti. L’accordo crea tribunali militari che assicureranno alla giustizia questi assassini senza pietà. Ci apre la via per fare ciò che tutti gli americani si aspettano da noi”.

L’accordo è stato annunciato in Senato dopo una lunga riunione tra i protagonisti dello scontro. Bush ha esortato il Congresso ad approvare in fretta la legge emersa dal compromesso. Soddisfatti anche i 3 repubblicani più critici, guidati dal senatore John McCain. Hanno sostenuto di aver ottenuto quello che volevano, soprattutto la garanzia che gli Stati Uniti non tortureranno detenuti e non condanneranno nessuno sulla base di prove segrete.