ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Campagna Oneseat: il milione di firme consegnate alla Commissione

Lettura in corso:

Campagna Oneseat: il milione di firme consegnate alla Commissione

Dimensioni di testo Aa Aa

Il milione di firme della campagna “Oneseat”, perché tutte le sessioni del parlamento europeo si tengano a Bruxelles, sono state portate giovedì mattina alla commissione europea. La campagna per la riforma del parlamento è un’iniziativa dei deputati costretti a far la spola tra Strasburgo e Bruxelles, dove si riuniscono le commissioni parlamentari.

Le sessioni plenarie del Parlamento, che si tengono ogni mese a Strasburgo, costano circa 200 milioni di euro all’anno. Un costo eccessivo per Cecilia Malmstrom, eurodeputata liberale svedese, che ha lanciato la campagna.

“Non è una battaglia contro la Francia, personalmente amo la Francia e mi piace Strasburgo, è una questione di costi, efficacia e legittimità delle istituzioni europee”.

I sostenitori hanno potuto inviare la propria firma con l’adesione attraverso internet, utilizzando il proprio indirizzo e-mail. Una stessa persona, è stato sottolineato dai più critici, avrebbe potuto sottoscrivere la petizione più volte servendosi di diversi indirizzi elettronici. Un appunto che metterebbe in dubbio il milione di firme.

Numero necessario, stando alla nuova costituzione non ancora in vigore, per mettere in moto una procedura di revisione presso la commissione.