ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rinvio di due settimane per l'atteso rapporto della Commissione sulla Turchia.

Lettura in corso:

Rinvio di due settimane per l'atteso rapporto della Commissione sulla Turchia.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il testo sui progressi di Ankara sulla strada dell’adesione all’Unione europea doveva essere diffuso il 24 ottobre, ma, ha spiegato la portavoce del commissario all’allargamento Olli Rehn, la pubblicazione è stata spostata all’8 novembre per modifiche del calendario. Krisztina Nagy ha precisato che “si tratta di una sola riunione di differenza, poiché ci sono dei giorni di vacanza in questo periodo”.

Un rinvio che giunge proprio nel momento in cui il parlamento turco torna a riunirsi, con quasi due settimane di anticipo sul previsto. I deputati di Ankara, che sarebbero dovuti rientrare dalle vacanze estive il 30 settembre, sono stati richiamati in tutta fretta dall’Akp, il partito al governo, proprio per votare una serie di riforme che avvicini il paese ai criteri richiesti da Bruxelles. Tra queste, ci sarebbero disposizioni che ampliano la libertà di culto e d’associazione delle minoranze religiose e norme che rafforzano i diritti sindacali. Resterebbe però in sospeso la questione di Cipro: se Ankara non apre porti e aeroporti alla parte sud dell’isola, rischia di veder slittare di molto la luce verde all’adesione.