ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ascesa di Gyurcsany: da studente comunista a premier capitalista

Lettura in corso:

L'ascesa di Gyurcsany: da studente comunista a premier capitalista

Dimensioni di testo Aa Aa

Vincendo le elezioni politiche dell’aprile scorso, Ferenc Gyurcsany ha portato la sua coalizione al governo per il secondo mandato consecutivo: non era mai accaduto dal ritorno della democrazia in Ungheria. Figlio di operai, diventato uno degli uomini più ricchi del Paese, Gyurcsany ha promesso di ridurre il deficit pubblico per consentire l’adozione dell’Euro entro il 2010.

Il suo esordio in politica risale agli anni ottanta quando fu uno dei leader dell’organizzazione dei giovani comunisti. E’ proprio grazie a questa militanza, sostengono i detrattori, che riuscì ad avere tanta fortuna con le discusse privatizzazioni seguite alla caduta del regime. Tornò in politica nel 2002 come consigliere del primo ministro Peter Medgyessy, di cui prese il posto due anni più tardi, dopo un rimpasto di governo.

Come Medgyessy, Gyurgsany governa grazie a un’alleanza tra socialisti e liberali. Come il suo predecessore potrebbe presto essere costretto ad andarsene.