ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, lotta all'anoressia, niente passarella per le modelle troppo magre

Lettura in corso:

Spagna, lotta all'anoressia, niente passarella per le modelle troppo magre

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha già cominciato a sollevare polemiche, la decisione delle autorità spagnole di vietare le passerelle alle modelle troppo magre. Alla vigilia del tradizionale appuntamento della settimana della moda di Madrid, cinque di loro non hanno superato la prova-bilancia, basata sulle tabelle dell’Organizzazione mondiale della sanità. “Ci siamo resi conto che le modelle non possono assomigliare a degli scheletri che camminano”, spiega Leonor Perez Pita, direttrice del salone della moda spagnolo.

La nuova regola – giustificata con l’intenzione di non fare dell’essere magri un esempio, nel quadro della lotta all’anoressia – a Madrid solleva reazioni generalmente positive.

A Londra invece, il mondo della moda tiene duro, e annuncia barricate. Ben De Lisi, stilista britannico, lo spiega con chiarezza.

“Io non sfilo in Spagna. Loro possono fare quello che credono. Si tratta di questioni personali. Io ad esempio ho lo stesso peso dei tempi del liceo, ed ora ho 51 anni. Non credo che si possa stabilire con delle tabelle quale sia il peso ideale per ciascuno, sarebbe arbitrario”.

Tendenzialmente favorevole alla misura anche Letizia Moratti, sindaco di Milano, la capitale italiana della moda dove le sfilate cominceranno il 23 settembre prossimo.