ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le parole del Papa sull'Islam scatenano la reazione del mondo musulmano

Lettura in corso:

Le parole del Papa sull'Islam scatenano la reazione del mondo musulmano

Dimensioni di testo Aa Aa

La Lectio Magistralis tenuta martedì all’Università di Ratisbona, durante il suo viaggio in Baviera, è stato il principio di tutto. Benedetto XVI citava il dialogo fra un imperatore bizantino del XIV secolo e un erudito musulmano. Le parole dell’imperatore – riportate dai media, sintetizzate, decontestualizzate – sono diventate una bomba: “Mostrami dunque cosa Maometto ha portato di nuovo. Non troverai che cose cattive e inumane, come il diritto a difendere con la spada la fede che predica”. Il Papa aveva scelto la Baviera, sua terra natale, per esprimere un sentimento di pessimismo verso il mondo occidentale, ormai sordo a Dio e affetto da una strisciante forma di fondamentalismo: quello di un illuminismo drastico e autoreferenziale. Ma alcuni passaggi della dissertazione accademica di Ratisbona hanno offeso il mondo musulmano, rendendo necessarie le precisazioni del Direttore della sala stampa del Vaticano, Federico Lombardi:

“Non era certo nelle intenzioni del Papa offendere la sensibilità dei credenti musulmani, anzi nelle parole del Papa appare chiaramente il monito, rivolto alla cultura occidentale, a evitare il disprezzo di Dio e il cinismo che considera il dileggio del sacro un diritto della libertà”. Ma il Papa, oltre alla leadership spirituale, ricopre anche il ruolo di Capo di Stato vaticano. Le sue parole hanno scatenato un’ondata di reazioni fra le autorità religiose dei Paesi a maggioranza musulmana. Questo il commento di Ali Bardakoglu, Presidente degli Affari Religiosi della Turchia: “Non credo che possa nascere nulla di buono dalla visita di una persona che pensa dell’Islam e del suo Profeta cose del genere”. Il riferimento è alla visita in Turchia che il Santo Padre ha in programma a fine novembre. Sarà il suo primo viaggio in un Paese musulmano.