ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ford anticipa la chiusura di 14 fabbriche e aumenta i tagli

Lettura in corso:

Ford anticipa la chiusura di 14 fabbriche e aumenta i tagli

Dimensioni di testo Aa Aa

44 mila esuberi e 14 stabilimenti da chiudere. Entro il 2008. Alan Mulally, nuovo amministratore delegato di Ford, ha presentato il piano di riassetto del gruppo che ha l’obiettivo di far risparmiare al numero due statunitense delle automobili 4 miliardi di euro l’anno fino al 2008. “La cosa piú importante da fare è adeguare le dimensioni della nostra azienda all’effettiva domanda del mercato e, soprattutto, continuare a investire nei prodotti e nei servizi, nelle auto e nei camion. É quello che vogliono i consumatori”. Attualmente Ford occupa il quarto posto al mondo nel mercato automobilistico. Come giro d’affari è superata da General Motors, DaimlerChrysler e Toyota e seguita da Volkswagen. Dei 300 dipendenti attuali ne resteranno solo 256 mila.

Anche i tempi della ristrutturazione sono stati accorciati: il progetto non sarà realizzato in sei anni, da oggi al 2012, ma dovrà essere portato a termine entro il 2008. Anche la chiusura di 14 stabilimenti è stata anticipata di 4 anni. I licenziamenti saranno volontari: a ogni lavoratore che lascerà spontaneamente il proprio posto saranno versati 110 mila euro. Alan Mulally ha inoltre annunciato che le attività nordamericane non torneranno all’utile nel 2008, come sperato, ma, nel migliore dei casi, nel 2009.