ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

È morta Oriana Fallaci. Il cordoglio di chi l'amava e di chi non la pensava come lei

Lettura in corso:

È morta Oriana Fallaci. Il cordoglio di chi l'amava e di chi non la pensava come lei

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi l’ha amata ma anche e chi non ne condivideva le posizioni ha espresso profondo cordoglio per la morte di Oriana Fallaci. La polemica giornalista scrittrice si è spenta nella notte in una clinica di Firenze dove era ricoverata da alcuni giorni. Aveva 77 anni e da tempo lottava contro un cancro. I funerali si svolgeranno, per sua volontà, in forma strettamente privata. Le sue ultime posizioni fortemente antislamiche l’avevano riportata al centro di un grande dibattito internazionale. Gaetano Pedullà, direttore del quotidiano “Il tempo”: “Il papa con i suoi moniti ha messo in evidenza il grande pericolo che rappresenta il fondamentalismo. E questo la Fallaci l’aveva visto prima degli altri, sottolineando non lo scontro tra le civiltà ma la necessità di trovare un dialogo. Una battaglia che ha portato avanti in maniera violenta soprattutto dopo l’11 settembre”.

È nel 2001 che pubblicando “La rabbia e l’orgoglio” rompe un silenzio durato dieci anni. Il pamphlet è la sua risposta appassionata alla strage dell’11 settembre. In spregio al linguaggio politicamente corretto, ha spiegato la sua battaglia contro il terrorismo di matrice islamica che l’ha portata a posizioni fortemente critiche sulla religione islamica. Giornalista d’assalto, scrittrice best-seller, ha rappresentato un caso in Italia, è stata la prima donna a emergere in un terreno tradizionalmente occupato da uomini.

Con alle spalle la resistenza partigiana, esordisce non ancora diciasettenne come cronista in un quotidiano fiorentino. Arriverà presto la fama internazionale con le sue celebri interviste e i suoi libri che diventano dei best seller in tutto il mondo.