ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles, visita del premier ucraino. "Si all'Unione europea, per la Nato aspettiamo"

Lettura in corso:

Bruxelles, visita del premier ucraino. "Si all'Unione europea, per la Nato aspettiamo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Più vicini all’Unione europea, ma per la Nato bisogna ancora riflettere. Il primo ministro ucraino Viktor Yanukovich lo ha ribadito al rappresentante per la politica estera Solana, nel corso della sua missione a Bruxelles, la prima dopo la fine della rvoluzione arancione e il suo ritorno al potere. La commissaria alle relazioni esterne, Benita Ferrero Waldner, ha annunciato per il 2007 l’avvio dei negoziati per una partnership, escludendo però ipotesi di adesione. “Le politiche di vicinato sono rivolte ad avvicinare i paesi all’Unione, ma l’adesione non è un tema in discussione. Voglio anche dire che il futuro non è pregiudicato, anche se attualmente non ci sono le prospettive di una adesione”.

Battuta d’arresto invece sul dossier Nato, l’organizzazione militare che comprende anche gli Stati Uniti, e che sarebbe interessata ad aprire le porte anche a Kiev. “L’integrazione dell’Ucraina nella Nato”, ha detto Yanukovich – che è conosciuto come un convinto filorusso – “ha trovato una debolissima risposta positiva, e solo da una piccola parte della popolazione”. Oltre ai colloqui, Ucraina e Unione europea hanno anche sottoscritto un accordo di cooperazione in materia energetica. Proprio sul transito del gas russo in Ucraìna lo scorso inverno si sfiorò la crisi diplomatica tra Kiev e Mosca.