ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy negli Usa e Royale a Roma: missioni estere per i probabili candidati alle presidenziali francesi

Lettura in corso:

Sarkozy negli Usa e Royale a Roma: missioni estere per i probabili candidati alle presidenziali francesi

Dimensioni di testo Aa Aa

A otto mesi dalle elezioni presidenziali in Francia, Nicholas Sarkozy, ministro dell’Interno e candidato moderato in pectore, è arrivato negli Stati Uniti per una visita ufficiale di quattro giorni. Nel corso degli incontri al massimo livello – dal presidente Bush alla segretaria di stato Rice – Sarkozy ha parlato di lotta al terrorismo e ha auspicato il rilancio delle relazioni tra Parigi e Washington.

“La mia vicinanza agli Stati Uniti é ben nota, e mi causa anche delle critiche in Francia. Ma non sono un vigliacco, sono contento di questa amicizia e la rivendico con orgoglio”. Sarkozy si è poi detto sicuro che la crisi tra i due paesi generata dal dissenso sull’intervento militare in Iraq sia ormai alle spalle.

Temi politici anche per Segoléne Royale, probabile candidata socialista per l’Eliseo, ieri in visita a Roma dove è stata ricevuta dal primo ministro Prodi. “Non viaggio per motivi di immagine”, ha detto ai giornalisti la Royale. “Sono qui per capire e riflettere così se sarò scelta potrò far sapere come vedo il dialogo internazionale, come vedo il futuro europeo, e soprattutto come vedo il ruolo della Francia in tutto questo”.

L’eventuale candidatura della Royale verrà decisa dai socialisti francesi nel corso di una grande kermesse, prevista per il mese di novembre.