ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Borsa non concede sconti ad Alitalia

Lettura in corso:

La Borsa non concede sconti ad Alitalia

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la pubblicazione di una semestrale da brivido, con perdite superiori a quelle di tutto il 2005, un’altra mazzata arriva dai mercati. Il titolo ha chiuso la seduta cedendo il 10,38%. Sono stati scambiati oltre 111 milioni di pezzi, piú dell’8% del capitale.
Un crollo che ha provocato la sospensione del titolo negli ultimi minuti. É fallito, dunque, il tentativo dell’amministratore delegato di Alitalia, Giancarlo Cimoli, di tornare all’utile entro la fine del 2006. A causare il peggioramento dei conti della compagnia di bandiera italiana hanno contribuito il forte innalzamento del prezzo del carburante, la concorrenza spietata delle compagnie low cost e gli impatti negativi degli scioperi dello scorso gennaio. Neppure la cessione dell’attività informatica, dei call center e di alcune attività amministrative ha raddrizzato la situazione.