ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli Stati Uniti ricordano l'undici settembre, cinque anni dopo

Lettura in corso:

Gli Stati Uniti ricordano l'undici settembre, cinque anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Accompagnato dalla moglie Laura, dall’ex sindaco Rudolph Giuliani e dall’attuale sindaco Michael Bloomberg, il presidente George Bush ha aperto le cerimonie deponendo una corona d’alloro a Ground Zero, là dove sorgevano le Torri gemelle di New York. Il presidente ha assitito poi alla messa nella vicina cappella di Saint Paul. Il suo viaggio in memoria della strage prevede una visita agli altri luoghi colpiti dagli attentati, al Pentagono e in Pensilvania.

A due mesi da importanti elezioni politiche nel paese, il consenso attorno al presidente è stato messo a dura prova dagli esiti della guerra al terrorismo. Poco lontano da Ground zero, una manifestazione contro la guerra in Iraq, ha accusato il presidente di strumentalizzare l’undici settembre. A Washington invece, una folla ha dato vita alla Freedom Walk, la passeggiata della libertà fino al Pentagono per ricordare le vittime degli attacchi.

Cinque anni fa quasi tremila persone persero la vita in questo giorno in una serie di attentati. Solo alle torri del World Trade Center, colpite da due aerei dirottati, quasi duemila e 800 persone morirono e furono migliaia i feriti. Fu l’attentato più sanguinoso della storia degli stati Uniti.