ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit Asia-Europa, si parla anche di diritti umani

Lettura in corso:

Summit Asia-Europa, si parla anche di diritti umani

Dimensioni di testo Aa Aa

Una quarantina tra Capi di Stato e di governo in rappresentanza della metà dell’economia mondiale e del 60 per cento del commercio globale: sono i numeri della 6.a riunione dell’Asem, il summit Asia-Europa in corso a Helsinki. Nel dialogo, incentrato soprattutto sulla globalizzazione e i trattati commerciali, è stato trovato spazio anche per i diritti umani: rappresentanti dell’Asem hanno sollevato il problema col ministro degli esteri del Myanmar, Paese dove non si svolgono elezioni democratiche e dove la leader dell’opposizione, il premio Nobel Aung San Suu Kyi, è da anni agli arresti domiciliari.

Il tema dei diritti umani è stato al centro delle manifestazioni di protesta che si sono svolte nella capitale finlandese. Le critiche non riguardano solo il Myanmar, ma anche la Cina. Pechino ha dato la sua disponibilità ad accordi con Bruxelles a condizione che non vengano sollevate questioni sui diritti umani. Domenica la situazione sembra più tranquilla; dopo gli scontri di sabato, la polizia aveva fermato un centinaio di manifestanti.