ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Djukanovic grande favorito delle prime elezioni montenegrine

Lettura in corso:

Djukanovic grande favorito delle prime elezioni montenegrine

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Montenegro Stato indipendente sceglie oggi se affidare il suo futuro a Milo Djukanovic. Attuale Primo ministro, carica ricoperta sin dal 2002, è lui l’artefice dell’indipendenza di Podgorica dalla Serbia. Non per nulla queste prime legislative sono considerate la prova del nove dopo il referendum di maggio con cui il Paese ha scelto l’autonomia.

L’alternativa è il partito filo serbo e antisecessionista di Prédrag Bulàtovic. I sondaggi della vigilia per lui non lasciavano ben sperare: appena il 20% delle intenzioni di voto contro il 45% dei socialdemocratici di Djukanovic.

Il referendum del 21 maggio ha segnato la vittoria degli indipendentisti ponendo fine a quasi un secolo di unione con la Serbia. Ultimo capitolo della frammentazione dei balcani così come li forgiò Tito. Il 3 giugno la dichiarazione formale d’indipendenza.

Il 33% degli aventi diritto al voto si è già recato alle urne. Partecipazione considerata soddisfacente, ma che non cancella un retroterra di tensioni latenti. 14 albanesi indipendentisti della regione di Malezija, a maggioranza albanese, sono stati arrestati con l’accusa di preparare attacchi terroristici per il giorno del voto.