ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al festival di Venezia è scattato il totopremi.Il film di Crialese in corsa per il Leone d'oro.

Lettura in corso:

Al festival di Venezia è scattato il totopremi.Il film di Crialese in corsa per il Leone d'oro.

Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dalla chiusura ufficiale del festival del cinema di Venezia “Nuovo mondo” del regista quarantunenne Emanuele Crialese sembra rimescolare le carte del totopremi di questa sessantatreesima edizione. Secondo e ultimo film italiano in concorso ha,infatti,conquistato l’entusiasmo della critica e 11 minuti di applausi raccontando l’emigrazione italiana negli Stati Uniti all’inizio del ’900 come il sogno di chi lasciava tutto per l’ignoto .

Nel cast internazionale anche Charlotte Gainsbourg nel ruolo della giovane Lucy: “Sul set ero completamente isolata perchè non parlo nè spagnolo, nè italiano ma questo paradossalmente mi ha aiutato a costruire il mio personaggio,tutto centrato sulla solitudine.Sì mi ha aiutato,penso proprio che mi abbia aiutato per il mio lavoro”.

Prodotto con la Francia,costato 14 milioni di euro e girato tra Argentina e Sicilia “Nuovo mondo” è la terza fatica del giovane regista che proprio negli Stati Uniti si è formato e che a Ellis Island,passaggio obbligato per gli emigranti del tempo,è rimasto stregato,dice,dalle foto dell’epoca.

Mentre i 13 giurati sono al lavoro “Nuovo mondo” si va ad aggiungere alla rosa dei favoriti,“The Queen” di Stephen Frears e “Piccole paure condivise” di Alain Resnais. Che vinca,dunque,il migliore,anzi i migliori perchè il nuovo regolamento in vigore da quest’anno non permette allo stesso film di ottenere piu’ di un riconoscimento importante.