ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Niente recupero dell'IVA per le frequenze UMTS

Lettura in corso:

Niente recupero dell'IVA per le frequenze UMTS

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli operatori europei di telefonia mobile che hanno pagato a prezzo d’oro le licenze UMTS non potranno recuperare l’IVA. Per il tribunale europeo l’asta pubblica di licenze di telefonia Umts, messa nell’estate del 2000 da parte degli Stati dell’Unione Europea non deve essere soggetta a Iva. Per i giudici, che esaminavano il caso sollevato in Austria, c’e’ esenzione da imposta quando si tratta di un’attivita’ svolta dall’autorita’ pubblica. Le principali imprese di telecomunicazioni europee avevano sostenuto che la procedura di assegnazione delle frequenze UMTS, costate complessivamente oltre 40 miliardi di euro,era soggetta a Iva e che quindi i canoni per le frequenze includevano questa imposta. Imposta naturalmente da stornare dal fatturato,recuperando cosi’ parte dell’esborso. Per questo avrebbero dovuto riceverne il rimborso.