ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sollievo in Giappone: è nato l'erede al trono

Lettura in corso:

Sollievo in Giappone: è nato l'erede al trono

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Giappone festeggia la nascita dell’erede al trono. Centinaia di persone si sono accalcate davanti al Palazzo Imperiale di Tokio per gridare “lunga vita all’imperatore” la formula, in giapponese banzai, che viene utilizzata solo in casi eccezionali. Giornali e Tv non parlano d’altro.

Alle 8.27 del mattino, in Europa era ancora notte, la principessa Kiko, moglie del secondogenito dell’imperatore, il principe Akishino, ha dato alla luce, con parto cesareo, un bambino di 2 chili e mezzo. É il primo maschio di casa imperiale dopo 41 anni, terzo, in linea di successione, al trono del Giappone, dopo il padre e lo zio, Naruhito. Per la prima volta un membro della dinastia non nasce nel palazzo imperiale, ma in ospedale.

I primi a complimentarsi con i genitori sono stati l’imperatore Akihito e l’imperatrice, Michiko.

Il popolo esulta ma chiede che la riforma della costituzione, per consentire anche alle donne di succedere al trono, non venga riposta in un cassetto.

“Spero che questa nascita non chiuda il discorso sulla modifca costituzionale, perchè, anche se il bambino è maschio, non è lui il principe ereditario”.

Posizione condivisa dal primo ministro Junichiro Koizumi.

“Non ci sono garanzie che ci sia sempre un maschio. Se in futuro non accetteremo che anche le donne possano accedere al trono, il problema della successione resterà irrisolto”.

Il principe ereditario, Naruhito, primogenito dell’imperatore, e la moglie, Masako, hanno una sola figlia, Aiko, di 4 anni e non sono riusciti, per il momento, ad avere figli maschi.