ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il WWF preme per leggi severe contro sostanze chimiche tossiche

Lettura in corso:

Il WWF preme per leggi severe contro sostanze chimiche tossiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Una stanza in penombra e toni di voce da confessionale per l’ultimo spot del WWF, a cui prestano il volto quattro eurodeputati, in rappresentanza dei maggiori gruppi politici. L’obiettivo, creare consenso intorno al progetto di legge sulla regolamentazione delle sostanze chimiche più nocive, che in autunno verrà dibattuto in seconda lettura dal Parlamento Europeo. Se approvato, il progetto Reach entrerà in vigore dal 2007.

“Comunicare con la gente è difficile, ma forse così riusciremo a farci ascoltare”, spiega un eurodeputato ungherese, tra gli interpreti della campagna.

“Tutti guardano la tv – gli fa eco una collega finlandese – è il modo migliore per far passare il nostro messaggio”.

Attraverso un programma integrato di registrazione e valutazione delle sostanze chimiche presenti in molti prodotti di uso comune, la legge prevede la sostituzione di quelle ritenute più pericolose con altre meno nocive per l’uomo e l’ambiente.

“Ci auguriamo – dice un’altra eurodeputata – che l’interesse per la salute pubblica stia a cuore a una maggioranza più nutrita di quella che si è espressa a favore del progetto in prima lettura. Speriamo che all’approvazione di questa legge vogliano concorrere tanto i popolari, quanto i socialisti, i liberali e i verdi”.

Il progetto Reach prevede la catalogazione di 12.500 sostanze chimiche. Un onere a carico delle imprese produttrici. Quelle giudicate altamente pericolose saranno progressivamente eliminate dal mercato.