ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, assaggio di campagna elettorale

Lettura in corso:

Francia, assaggio di campagna elettorale

Dimensioni di testo Aa Aa

Una domenica che potrebbe essere registrata dalle cronache come il vero inizio della campagna elettorale per le presidenziali 2007 in Francia. Nicolas Sarkozy ha concluso la “tre giorni” dell’Ump a Marsiglia, salutando star, come il cantante rock Johnny Halliday, che hanno recentemente aderito al partito. Il discorso del ministro dell’interno era principalmente rivolto ai giovani.
“Voglio ridarvi quello che vi hanno fatto perdere di più prezioso, come dice Johnny, la voglia di avere voglia. A chi non vuole più niente, voglio ridare la voglia di volere, a ciascuno la voglia di accogliere tutte le sfide”.

Nonostante sia da tempo al governo, e da decenni impegnato in politica, Sarkozy si dichiara favorevole a una rottura col passato. Uno slogan che è stato colto da Segolène Royal, possibile candidata socialista, come occasione per prendere la distanze dal suo probabile avversario “Io – ha detto – non sono per la rottura, ma per lottare per la giustizia con i socialisti. Non sono per rompere, ma per trasmettere”. Anche se i rispettivi partiti non si pronunceranno prima dell’inizio dell’anno prossimo, saranno probabilmente questi i contendenti per l’Eliseo.

Ma non saranno soli: Jean Marie Le Pen, leader dell’estrema destra, a 78 anni continua a non mollare. E’ graffiante con tutti, ma soprattutto con Sarkozy, che accusa di tenere i piedi su troppe staffe: “Nella situazione in cui siete, signor Sarkozy, i casi sono due. Se siete davvero radicale, dovreste spararvi alla testa. E se siete credente, dovreste vestire il saio e ritirarvi in un’abbazia per pregare a lungo sui peccati che non avete smesso di commettere”. Nel 2002, Le Pen riscosse un clamoroso risultato che lo portò al ballottaggio con Jacques Chirac. L’anziano leader si è detto pronto a ripetere l’exploit.