ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hezbollah in prima fila per aiutare i libanesi rimasti senza casa

Lettura in corso:

Hezbollah in prima fila per aiutare i libanesi rimasti senza casa

Dimensioni di testo Aa Aa

In attesa dei risultati di Stoccolman in Libano l’unica organizzazione vicina ai bisogni degli sfollati è proprio Hezbollah. Il partito di Dio, finanziato dall’Iran, sta dando denaro e beni di prima necessità a chi ha avuto la casa distrutta dai bombardamenti israeliani. L’indennizzo si aggira attorno agli 8.000 euro per piano abitativo. Anche chi ha subito solo qualche danno riceve un aiuto in sonanti dollari americani. Il premier libanese ha promesso di combattere il monopolio della solidarieta di Hezbollah. Ma dopo aver resistito da solo all’esercito israeliano il partito sciita è sempre più popolare.

“Quando lo Stato libanese possiederà un vero esercito – dice il tesoriere di Hezbollah – capace di contrastare Israele e di proteggere le frontiere non ci sarà più bisogno del nostro esercito”. A Baalbek, duramente provata dalla guerra, ci si fida solo di Hassan Nasrallah. Se l’obiettivo d’Israele era quello di annientare o indebolire il partito di Dio, il risultato ottenuto sembra essere l’opposto.