ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione, un gruppo di studio elaborerà una strategia europea per le frontiere marittime

Lettura in corso:

Immigrazione, un gruppo di studio elaborerà una strategia europea per le frontiere marittime

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna non rimarrà sola difronte all’emergenza immigrazione. E’ la risposta della commissione europea agli appelli del vice premier spagnolo Maria Teresa Fernandez de la Vega. il commissario Franco Frattini ha proposto di prolungare fino a dicembre la missione europea di pattugliamento delle acque intorno alle isole Canarie.

Ma “per fare questo lavoro di controllo e di sicurezza alle frontiere, ci vogliono piú navi, piú aerei, piú personale- ha dichiarato il vice-premier spagnolo- Ci vogliono piú equipaggi per poter lavorare. E’ quello di cui discuteremo con i paesi membri dell’Unione europea. Penso che se tutti i paesi contribuissero, anche con poco, avremmo tutti i mezzi necessari”

La Spagna ha messo sotto accusa la lentezza dell’Unione europea. Fino ad ora solo 3 paesi, Italia, Portogallo e Finlandia hanno risposto all’appello di Madrid. Per questo Franco Frattini ha annunciato un gruppo di studio di sei commissari per elaborare una strategia che sarà presentata a metà settembre ai ministri degli interni europei.

Una nuova politica per il controllo delle frontiere marittime dovrà essere approvata entro la fine dell’anno dai capi di stato e di governo dell’Unione. Una risposta alla catastrofe umanitaria denunciata da Spagna e Italia. 5000 persone sono sbarcate sono sbarcate sulle Canarie solo nel mese di agosto.