ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Annan a Olmert: "Mettete fine al blocco del Libano per rinforzare il governo di Beirut"

Lettura in corso:

Annan a Olmert: "Mettete fine al blocco del Libano per rinforzare il governo di Beirut"

Dimensioni di testo Aa Aa

Rilascio dei militari israeliani rapiti da Hezbollah e fine del blocco aereo-navale del Libano attuato da Israele.
Questi i due punti cardini dei colloquio, a Gerusalemme, tra il segretario generale dell’Onu Kofi Annan e del premier israeliano Ehud Olmert.

“Ho ribadito la necessità immediata di revocare il blocco areo-navale che grava sul Libano – ha dichiarato Annan – È una misura importante da prendere non solo per gli effetti economici negativi che sta avendo per il Paese ma perché è una misura importante anche per rinforzare il governo libanese, con cui Israele ha ribadito di non aver problemi”.

Nell’ambito della risoluzione 1701, Israele si dice disposto a dare il suo pieno contributo a risolvere la crisi precisando di essere pronto a stabilire dei contatti diretti con il governo di Beirut, quando le condizioni lo permetteranno.
Olmert ha ricordato che la risoluzione 1701 prevede il dispiegamento di una forza internazionale nel sud del Libano, al confine con Israele e lungo la frontiera tra Libano e Siria al fine di evitare in futuro il riarmo di Hezbollah.

Giunto ieri in Israele, Annan ha incontrato in serata i familiari dei soldati rapiti da Hezbollah, e ha promesso il suo impegno personale e per la loro liberazione. “Siamo molto preoccupati – ha affermato la moglie di uno dei soldati, sollecitando l’intervento dell’Onu – perché finora nessuna delle famiglie ha ricevuto segni di vita. Il rapimento di soldati israeliani è stato il casus belli.

Un pretesto, comunque, per Hezbollah, secondo cui Israele avrebbe lanciato comunque l’attacco. Il leader del Partito di Dio, Nasrallah, nei giorni scorsi, ha comunque dichiarato che se avesse conosciuto le conseguenze del sequestro, lo avrebbe evitato.