ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Anche i media possono servire per sfidare il nemico americano

Lettura in corso:

Anche i media possono servire per sfidare il nemico americano

Dimensioni di testo Aa Aa

Davanti a un affollata platea di giornalisti il presidente iraniano Mahmoud Ammadinejad ha proposto al presidente Bush un faccia a faccia televisivo su tutte le grandi questioni internazionali, nucleare compreso. “Pongo una sola condizione – ha spiegato – che non vi sia alcuna censura specie per il popolo degli Stati Uniti”.

Mossa propagandistica o apertura diplomatica sullo scottante dossier dell’arrichimento dell’uranio? A due giorni dalla scadenza posta dal Consiglio di sicurezza Onu per la sospensione del programma nucleare iraniano Teheran afferma di essere pronta a proseguire il negoziato con la comunità internazionale ma avverte che si doterà comunque dei contestati reattori nucleari formalmente destinati ad uso civile.

L’inaugurazione sabato scorso della centrale di produzione di acqua pesante di Arak e il lancio domenica di un missile a lunga gittata nelle acque del Golfo Persico sono le ultime due esibizioni di muscoli scelte da Teheran per riaffermare il proprio status di potenza emergente nell’area mediorientale. Dietro le quinte prosegue febbrile la trattativa per sbloccare la situazione entro il 31 agosto ed evitare il varo delle annunciate sanzioni contro il regime degli ayatollah.