ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nasrallah si pente sul rapimento dei due israeliani

Lettura in corso:

Nasrallah si pente sul rapimento dei due israeliani

Dimensioni di testo Aa Aa

Il leader di Hezbollah Hassan Nasrallah torna a parlare e fa autocritica in un’intervista diffusa dalla tv libanese New Tv. “Se avessi saputo che il rapimento dei 2 soldati israeliani avrebbe portato a questo risultato, non l’avremmo mai fatto”, dichiara, aggiungendo che l’Unifil non creerà nessun problema visto che il suo scopo non è quello di disarmare le milizie sciite. E si dice pronto ad incontrare il segretario dell’Onu Kofi Annan in arrivo a Beirut.

Avanzano, intanto, verso l’interno del Libano le avanguardie logistiche del contingente francese e da Venezia sono già partiti i primi 120 lagunari che venerdi raggiungeranno il sud del Paese.

La Siria ha aperto uno spiraglio e si dice pronta a riprendere in mano il processo di pace con Israele che a sua volta, secondo una notizia pubblicata da un quotidiano governativo egiziano, avrebbe raggiunto – grazie alla mediazione tedesca – una intesa con Hezbollah per lo scambio di prigionieri.

Cauta soddisfazione per il progressivo impegno delle truppe internazionali è stata espressa anche dal ministro libanese degli Esteri, Sallukh, qui tra le macerie di Beirut mentre accompagna il segretario generale di al-Fatah, Faruk Kaddumi.