ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Comincia da Beirut la missione di Kofi Annan. "E' il momento di guardare al futuro"

Lettura in corso:

Comincia da Beirut la missione di Kofi Annan. "E' il momento di guardare al futuro"

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una missione delicata quella del segretario generale dell’Onu, Kofi Annan in Medio Oriente, cominciata stamane a Beirut alla vigilia del dispiegamento della forza di interposizione internazionale nel sud del Libano. Annan arriva nella regione con una lista di richieste: al governo libanese di fare in modo che i due soldati israeliani rapiti vengano consegnati alla Croce Rossa; a quello israeliano di mettere fine al blocco navale e aeroportuale del Libano; a quello siriano di riavviare rapporti diplomatici con Beirut per la gestione comune delle frontiera.

“E’ il momento di guardare al futuro, al dopoguerra, per dare prosperità e stabilità al Libano”, ha detto ai giornalisti, nella conferenza stampa congiunta con il primo ministro libanese.

Per il capo del Palazzo di Vetro la missione Unifil non è lì per combattere, e quindi neppure per disarmare le milizie degli Hezbollah.

Hezbollah che hanno lanciato segnali di distensione per bocca del loro leader Nasrallah che in una intervista ha rivelato che non avrebbe ordinato il sequestro dei due soldati israeliani se avesse saputo delle pesanti conseguenze.

Lo sceicco sciita però ha anche rivendicato il diritto ad attaccare Israele se continuerà a restare in una qualsiasi parte del Libano.

Il riferimento di Nasrallah è alle Fattorie di Shebaa, una striscia di terra vicino al confine con la Siria che il Libano rivendica e che Israele occupa dal 1967. Anche di questo Annan parlerà domani nei suoi colloqui a Gerusalemme.