ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, aspettando la missione Unifil tra scetticismo e speranza

Lettura in corso:

Israele, aspettando la missione Unifil tra scetticismo e speranza

Dimensioni di testo Aa Aa

Scetticismo e speranza si mescolano nello stato d’animo degli abitanti del nord di Israele. L’annunciato arrivo dei caschi blu delle Nazioni Unite nel sud del Libano dovrebbe rendere definitiva la fine dei tiri che con cadenza quotidiana hanno martellato decine di villaggi.

“Credo che ci si senta più sicuri”, dice una residente di Metula. “Spero che i nostri soldati tornino a casa e che qui si viva in sicurezza”. “Bisogna essere certi che Hezbollah non torni nella regione e che disarmi. Se la missione non garantirâ la sicurezza dei cittadini di Israele il conflitto finirà per riaccendersi”.

“Conosciamo l’Unifil: fanno il possibile ma non possono sparare se non per difendersi. Cosa che comunque fanno in modo egregio”. Riportare la sicurezza e la calma tra i civili del nord di Israele. C‘è anche questo tra gli scopi della missione che sta per partire.