ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Natascha riemerge dal nulla a 8 anni dalla scomparsa. Il presunto sequestratore si suicida

Lettura in corso:

Natascha riemerge dal nulla a 8 anni dalla scomparsa. Il presunto sequestratore si suicida

Dimensioni di testo Aa Aa

“Mi chiamo Natascha Kampusch”, ha detto alla polizia. Manca solo la conferma del test del Dna, ma Natascha è stata riconosciuta dai genitori. Era stata rapita 8 anni fa. Aveva 10 anni. Sono circa le 13 quando viene ritrovata, ieri, a Vienna. Natascha è riuscita a sfuggire al suo rapitore. Passano poche ore: alle 21 l’uomo sospettato d’averla sequestrata si getta sotto un treno. Aveva 44 anni. Faceva l’elettricista. Secondo gli inquirenti in questi anni avrebbe insegnato a leggere e scrivere a Natascha che verso di lui aveva sviluppato la classica dipendenza psicologica nota come sindroma di Stoccolma.

Il 2 marzo 1998 la famiglia aveva perso le tracce della bimba che non arrivò mai a scuola. Gli inquirenti ritengono sia sempre rimasta nella stessa abitazione, a 30 chilometri da Vienna. La polizia è stata avvertita dalla telefonata di una residente della periferia Est della capitale austriaca: era inquieta per una ragazzina sui 18 anni che s’aggirava sperduta nel parco. Quando la polizia l’ha trovata ha detto di chiamarsi Natascha Kampusch.