ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

R.D.del Congo: Le truppe cominciano a lasciare le vie di Kinshasa ma resta il timore di nuovi incidenti

Lettura in corso:

R.D.del Congo: Le truppe cominciano a lasciare le vie di Kinshasa ma resta il timore di nuovi incidenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Un pomeriggio trascorso senza incidenti, un primo ritiro di truppe dopo il richiamo a rientrare in caserma rivolto ai militari coinvolti negli scontri di Kinshasa dal presidente della repubblica democratica del congo Kabila. Ma nella capitale africana il timore che dopo tre giorni di incidenti le violenze non si fermino resta alto.

L’invito ad una tregua e ad un incontro rivolto ai due rivali per la presidenza del Paese che il prossimo ottobre si ritroveranno alle urne Joseph Kabila e Jean Pierre Bemba è venuto oggi dal segretario locale dell’Onu William Swing.

Ad affrontarsi sono uomini della guardia repubblicana fedeli a Kabila e militari legati a Bemba, vicepresidente del governo di transizione: una prova di forza di cui ognuno attribuisce all’altro la provocazione iniziale, dopo l’annuncio domenica del nuovo appuntamento elettorale.

Le prime elezioni svoltesi dopo quarant’anni lo scorso luglio sotto gli occhi della comunità internazionale non avevano decretato alcun vincitore.

Diciassettemila caschi blu sono sul terreno. Con loro anche milleduecento militari del contingente europeo Eufor che ha ricevuto oggi uomini e mezzi di rinforzo dal Gabon.

L’arteria principale di Kinshasa è tornata in serata sotto il controllo dei militari internazionali. La diplomazia è di nuovo al lavoro per un accordo politico tra le parti.

Oltre la dura condanna dell’Unione Europea per gli scontri,