ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'esercito libanese pronto a sparare contro ogni tentativo d'intrusione israeliana

Lettura in corso:

L'esercito libanese pronto a sparare contro ogni tentativo d'intrusione israeliana

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo libanese passa all’attacco. Il giorno dopo il raid compiuto da militari israeliani nella valle della Bekaa, definito dal segretario generale dell’Onu una violazione del cessate il fuoco, il ministro libanese della difesa ha detto che se ci saranno nuove intrusioni l’esercito non esiterà a sparare.

“L’esercito libanese questa volta ha ricevuto il chiaro ordine di sparare contro ogni tentativo d’intrusione. Se ci sarà una nuova guerra questa volta non sarà come dicono loro tra Israele e i terroristi, questa se volta se la dovranno vedere con l’esercito libanese”.

Il governo israeliano dal canto suo ha respinto le critiche provenienti dal Palazzo di vetro. Un portavoce dell’esecutivo ha spiegato che il raid è stato deciso per impedire l’arrivo di un carico di armi per Hezbollah da Siria e Iran.

Entro due settimane 3500 caschi blu dovrebbero schierarsi al sud del fiume Litani per far osservare la tregua.

Questa domenica mattina sono partiti dal porto di Tolone in Francia altri 150 soldati francesi diretti in Libano. Il governo di Parigi ha chiesto una riunione d’urgenza dell’Unione europea per capire quali sono le posizioni di ogni Stato membro sull’invio di proprie truppe.