ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I funerali di Cana, dopo la strage del 30 luglio

Lettura in corso:

I funerali di Cana, dopo la strage del 30 luglio

Dimensioni di testo Aa Aa

29 bare che rappresentano il capitolo più nero nella guerra fra Israele e Hezbollah. I funerali delle vittime civili del bombardamento di Cana si sono svolti oggi nella città del Sud del Libano. Sul raid dell’aviazione israeliana del 30 luglio scorso restano una serie di interrogativi, a partire dal numero di vittime. Fra le 29 persone sepolte oggi 2 sarebbero militanti Hezbollah. Le cifre fornite e mai smentite dal governo di Beirut parlano di oltre 50 civili, in gran parte bambini.

Un rapporto di Human Right Watch ha rivisto il bilancio: 28 morti e 13 dispersi. Per Israele i militanti Hezbollah non solo avrebbero usato i civili come scudo ma avrebbero ampiamente strumentalizzato l’episodio, contribuendo alla diffusione delle immagini di cadaveri di bambini di dubbia autenticità. Il segretario dell’Onu Kofi Annan ha definito l’episodio “un esempio di violazione del diritto internazionale”. Dieci anni fa, sempre a Cana, un attacco israeliano fece un centinaio di morti.