ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riapre l'aereoporto di Beirut

Lettura in corso:

Riapre l'aereoporto di Beirut

Dimensioni di testo Aa Aa

Il rientro dei soldati libanesi al confine con Israele domina le prime pagine dei giornali a Beirut. E’ la prima volta dopo oltre 40 anni che l’esercito puo’ far ritorno a sud nella zona tampone, caduta sotto controllo degil Hezbollah. La capitale libanese sta lentamente tornando alla normalità, dopo un mese di bombe.

“L’arrivo dei militari libanesi è un bene per il paese. Apprezziamo tutti l’esercito. La resistenza ha fatto il suo lavoro, ma ha causato anche molta distruzione” – dice un ragazzo.

Nei quartieri meridionali di Beirut, feudo sciita, le ruspe sono al lavoro per sgomberare le macerie e ricostruire le infrastrutture. “La resistenza armata di Hezbollah è piu’ forte dell’esercito libanese. L’esercito non ci puo’ proteggere. Se avesse potuto proteggerci, si sarebbe unito alla resistenza per aiutarci” – commenta una donna.

La ripresa a Beirut passa anche dai cieli, l’aereoporto della capitale ha riaperto. Il primo volo civile è atterrato in provenienza dalla Giordania. La compagnia Middle East Airlines ha offerto il biglietto gratis ai passeggeri. Nel quarto giorno di tregua Israele ha messo fine all’embargo aereo ma ha mantenuto quello navale.