ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Günter Grass: esce in anticipo l'autobiografia incriminata, dopo la rivelazione di essere stato arruolato nelle SS

Lettura in corso:

Günter Grass: esce in anticipo l'autobiografia incriminata, dopo la rivelazione di essere stato arruolato nelle SS

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel giorno dell’uscita della sua autobiografia, sul passato di Günter Grass si sono divisi lettori, critici e figure pubbliche di ogni genere. Che Grass avesse fatto parte, a 17 anni, delle Waffen SS, era già scritto a chiare lettere negli archivi della Wermarcht, accessibili a chiunque. Ma lui era riuscito a tenerlo nascosto finora. Qualcuno, come il critico letterario Hellmuth Karasek, lo accusa di ipocrisia: “Per anni è letteralmente andato a caccia, con impertinenza e senza tregua, di chiunque avesse taciuto di aver fatto carriera politica durante il periodo nazista”.

La rivelazione sabato scorso, in un’intervista che annunciava l’uscita dell’autobiografia di Grass, “Sbucciando le cipolle”, prevista per settembre. La polemica sollevata ha però spinto la casa editrice ad anticipare la pubblicazione a ieri. Una polemica che, più che più che scalfire la popolarità dello scrittore, sembra averla alimentata: “Sono persone e autori come Günter Grass che hanno aiutato la Germania a essere quella che è oggi, e a sviluppare una democrazia così solida”.

Dopo la rivelazione, c‘è chi, scandalizzato, ha reclamato la revoca del premio Nobel, conferito all’autore del Tamburo di Latta nel 1999. Ma l’Accademia svedese ha risposto picche.