ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Presidente Bush ringrazia il premier Blair e dice: "siamo in guerra contro i fascisti islamici".

Lettura in corso:

Il Presidente Bush ringrazia il premier Blair e dice: "siamo in guerra contro i fascisti islamici".

Dimensioni di testo Aa Aa

Stato di massima allerta anche negli aereoporti statunitensi su tutti i voli provenienti e diretti in Gran Bretagna dopo gli sventati attacchi. A JKF come a Newark, a Washington come a Los Angeles. In tutti gli scali sono state introdotte ferree norme di sicurezza proprio come dopo l’11 settembre. Il governatore della California Schwarzenegger ha ordinato il dispiegamento della Guardia Nazionale.

Ora tutti i passeggeri verranno perquisiti manualmente. Nessun bagaglio a mano. Niente liquidi, creme o telefonini. A bordo si potrà portare solo che è strettamente necessario: documenti, soldi e medicinali. Per il ministro della Sicurezza Interna Michael Chertoff gli Stati Uniti al momento non sono nel mirino dei terroristi. La minaccia, prosegue Chertoff, esiste e esisterà fino a quando non verranno arrestati tutti i membri della rete terroristica.

Il presidente George W.Bush ha ringraziato i funzionari britannici e il primo ministro Blair per gli attacchi sventati.
“Gli Stati Uniti, ha detto Bush, sono in guerra contro i fascisti islamici perché loro usano ogni mezzo per distruggere chi ama la libertà”.

Immediate le critiche di alcune associazioni musulmane. Molti arabi hanno manifestato forti preoccupazioni per la possibilità che il linguaggio di Bush possa portare a tensioni e odio nei confronti dei musulmani.