ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Violenti scontri nel Sud del Libano: tre soldati israeliani uccisi

Lettura in corso:

Violenti scontri nel Sud del Libano: tre soldati israeliani uccisi

Dimensioni di testo Aa Aa

L’offensiva terrestre israeliana si fa sempre più intensa nel Sud del Libano. L’esercito dello Stato ebraico punta verso il fiume Litani ma deve conquistare ogni palmo di terreno contro la resistenza Hezbollah. Tre soldati d’Israele sono stati uccisi da un missile anti carro nei pressi di Bint Jbeil. E la milizia sciita continua a mettere a segno decine di lanci di razzi katyusha verso le città israeliane settentrionali. Martedì circa 90 missili sono caduti fra Kiryat Shmon, Maalot e Safed.

Dall’inzio della guerra, il 12 luglio, Hezbollah ha lanciato più di 3.000 razzi. Cominciano le operazioni per evacuare la popolazione civile verso il Sud del Paese. Qui siamo a Kyriat Shmona:
“Sono 30 giorni che viviamo in un rifugio con il mio bambino: oggi ci hanno costretto con la forza ad andarcene, altrimenti saremmo rimasti comunque”

Scene simili si sono ripetute a Maalot, dove circa il 70% dei quasi 5.000 residenti sono già partiti verso Sud, fuori dalla portata dei razzi delle milizie Hezbollah. E il governo Olmert ha annunciato un piano d’evacuazione che riguarderà nei prossimi giorni 17.000 residenti delle città e villaggi sul confine settentrionale.