ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Medio oriente.Le iniziative della diplomazia internazionale


mondo

Medio oriente.Le iniziative della diplomazia internazionale

La diplomazia internazionale è al lavoro mentre è’ ancora sotto esame dell’Onu la bozza di risoluzione franco-americana per porre fine al conflitto in Medio Oriente, bozza che terrà conto delle obiezioni del governo libanese. Nessuna dichiarazione dopo il colloquio a Beirut tra l’inviato degli Stati Uniti David Welch e il premier Libanese Fouad Siniora mentre a Gerusalemme, in un incontro con il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier, il suo collega israeliano Amir Peretz ha definito Hezbollah “il braccio armato dell’Iran”. E ha poi aggiunto che, “anche se Siniora ha buone intenzioni, Nasralla continua ad averne altre. E’ per questo che bisogna arrivare ad un accordo durevole.”

In Francia il Presidente Jacques Chirac ha interrotto le sue vacanze per fare il punto sulla situazione: “Non voglio pensare- ha dichiarato ai microfoni- che non si possa arrivare ad una soluzione perchè questo vorrebbe dire , il che sarebbe la soluzione piu’ immorale, che si accetta la situazione come è adesso e che si rinuncia al cessate-il-fuoco”.

E alla fine di questa settimana tornerà in Medio Oriente il rapresentante della politica estera dell’Unione Europea Javier Solana. E’ il suo terzo viaggio nella regione dall’inizio della crisi. Il governo libanese continua a voler dispiegare nei territori Hezbollah quindicimila uomini, una volta che le truppe israeliane si saranno ritirate, per garantire la tregua mentre per gli Stati Uniti solo una forza multinazionale sarebbe in grado di mantenere la pace nel sud del Libano.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Sì, ma con prudenza. Israele apre alla proposta di una forza libanese nel Sud