ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano pronto a inviare 15 mila uomini nella zona Sud, appena Israele si ritira

Lettura in corso:

Libano pronto a inviare 15 mila uomini nella zona Sud, appena Israele si ritira

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo libanese rilancia la proposta di dispiegare l’esercito regolare nel Sud del Paese, una volta avvenuto il ritiro d’Israele. E lo fa all’unanimità, con il sostegno dunque dei due ministri Hezbollah del governo di Fuad Siniora.

“Il governo manifesta la propria disponibilità a dispiegare 15.000 unità dell’esercito libanese nel Sud del Paese – ha detto Ghazi Aridi, ministro dell’Informazione – dopo che Israele sarà retrocesso dietro la linea blu”, frontiera provvisioria tra Libano e Israele tracciata dalle Nazioni Unite.

Una posizione che intenderebbe spianare la strada al dispiegamento della forza d’interposizione Onu. L’annuncio arriva mentre il Premier Siniora incassa il sostegno dei ministri degli Esteri della Lega Araba, riunitisi ieri a Beirut per discutere la bozza di risoluzione Onu predisposta da Francia e Stati Uniti: un cessate il fuoco, ma non a breve termine, cui il governo libanese dice no.

La possibilità di inviare truppe nel Libano del Sud faceva parte del piano già presentato da Siniora il 26 luglio al vertice internazionale di Roma. Ipotesi non credibile per Israele che diffida della capacità delle truppe di Beirut di contrastare le milizie Hezbollah.