ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Condoleeza Rice: "Adesso la risoluzione deve essere votata"

Lettura in corso:

Condoleeza Rice: "Adesso la risoluzione deve essere votata"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il rifiuto della risoluzione da parte di Beirut non scalfisce la sicurezza americana. Il segretario di Stato, Condoleeza Rice, ha difeso la bozza precisando:

“È importante che la risoluzione venga votata al Consiglio di sicurezza e auspichiamo che questo avvenga nei prossimi giorni”.

E sul mancato ritiro di Israele dal sud Libano per il momento, la Rice ha spiegato:

“La risoluzione non prevede il ritiro completo di Israele, in questa prima fase. Prevede per il momento la fine delle ostilità sul campo. Si chiede la fine di operazioni militari, l’arresto del lancio di razzi, la cessazione di quel genere di violenze che hanno un impatto forte sui civili.

So che Hezbollah ha fatto diverse dichiarazioni, ho sentito che bisognerebbe mettere in atto una tregua immediata, che bisognerebbe continuare a combattere. Bisogna concentrarsi adesso solo sulla risoluzione, una volta adottata vedremo chi metterà fine alle violenze e chi no”.

La Rice, che si trova per il fine settimana a Crawford, nel ranch del presidente americano, si prepara a recarsi al Palazzo di vetro in vista del voto.