ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele vuole la forza internazionale prima della tregua

Lettura in corso:

Israele vuole la forza internazionale prima della tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

Cessate-il-fuoco sì ma solo quando i soldati della forza internazionale saranno effettivamente arrivati in Libano. Il primo ministro israeliano Ehud Olmert ha chiarito le sue condizioni per la tregua, aggiungendo che i militari dovranno avere il mandato di disarmare gli Hezbollah.

“Ho detto che siamo disponibili a concretizzare il cessate il fuoco non quando la forza internazionale sarà pronta ma quando sarà dispiegata”, ha detto Olmert.

“Prima di tutto questa forza dovrebbe essere costituita da Paesi che sono sinceramente interessati a un cambiamento in questa parte del mondo – ha aggiunto il premier -. Considererei la Francia come un candidato naturale così come altri paesi europei: la Gran Bretagna, l’Italia…”

Il presidente della repubblica del Libano, Emile Lahud, esponente della corrente filosiriana, è favorevole solo a una presenza rafforzata dell’Onu e non a un intervento multinazionale.

“Finirà come in Kosovo, qui in Libano. Ci saranno i francesi che vorranno imporre la loro influenza, gli americani e altri – ha detto il capo dello stato -. Abbiamo avuto un intervento di questi quattro Paesi in Libano nel 1982 e cosa è successo? Abbiamo avuto una guerra”.

Il presidente Lahud, contrario a obbligare Hezbollah al disarmo, non esclude che l’organizzazione possa a un certo punto deporre le armi. Ma di certo non finché la guerra va avanti.