ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tsahal si spinge più a fondo nel territorio libanese

Lettura in corso:

Tsahal si spinge più a fondo nel territorio libanese

Dimensioni di testo Aa Aa

Dai bombardamenti a tappeto al blitz in elicottero a Baalbeck, Israele gioca una nuova carta nella guerra contro Hezbolaah. L’operazione portata a termine questa notte in un ospedale della città del Libano orientale durante la quale l’esercito con la stella di David ha rapito 5 presunti miliziani sciiti non è una novità. Scopo di Tel Aviv è avere moneta di scambio per i due soldati rapiti il 12 Luglio. Una strategia già sperimentata in passato seppur con scarsi risultati.

La polizia libanese ha reso noti i nomi delle persone prelevate. In un comunicato diffuso dalla televisione Al-Manar, Hezbolaah ha tuttavia smentito che si tratti di propri combattenti. “Il fine dell’operazione – dice il Capo di Stato Maggiore israeliano Dan Halutz – era penetrare in quello che Hezbolaah definisce un ospedale e nel quale sapevamo si trovavano materiali e informazioni d’intelligence”. Ancora un volta è stato drammatico il bilancio del raid, condotto da un’unità speciale dell’esercito e scattato poco dopo la mezza notte: almeno 16 civili sono rimasti uccisi.